Wednesday - Dec 13, 2017
Home » Euribor » Andamento dell’ Euribor

Andamento dell’ Euribor

In un precedente articolo abbiamo definito il significato del termine Euribor come indice del costo del denaro, parlando anche della sua sensibilità riguardo alle attese sui mercati.

La propensione dei mercati verso il ribasso o il rialzo, fa scattare immediatamente l’adeguamento dell’Euribor.

Può essere influenzato da molti fattori ma il principale è la decisione della Banca Centrale Europea di ritoccare il costo del denaro. In questo caso l’Euribor è in grado di percepire le variazioni e riesce ad anticipare i tempi, in maniera quasi precisa, e comunica il cambiamento qualche settimana prima della comunicazione da parte della BCE.

L’Euribor si adegua immediatamente non appena la tendenza dei mercati varia al rialzo o al ribasso. Le variazioni dell’indice non sono identiche per tutti i tipi di Euribor, per esempio, se l’aumento dei tassi è previsto tra tre mesi, non ci saranno variazioni sostanziali degli indici Euribor a una settimana o a un mese, invece quelli a tre e a sei mesi subiranno immediatamente un aumento. Questo tipo di comportamento rappresenta la regola ma… c’è sempre l’eccezione che la conferma. E tale eccezione si è verificata quando al taglio del costo del denaro operato negli ultimi mesi dalla BCE non è corrisposto l’atteso adattamento dell’Euribor a tale ribasso, causando effetti nefasti sulle risorse economiche delle famiglie.

Ma quali sono gli elementi in grado di causare le variazioni dei tassi? Ci sono molteplici fattori come ad esempio una crescita economica eccessivamente rapida che può generare il rialzo dei tassi di interesse, provocando disaffezione verso il sistema finanziario. Al contrario azioni volte alla promozione dello sviluppo fanno propendere alla riduzione dei tassi, incoraggiando le imprese ad investire attaverso l’indebitamento.

E’ noto che per rinforzare una valuta che si sta indebolendo occorre attrarre e concentrare capitali grazie all’offerta di tassi più alti, mentre vale il contario nel caso di valuta che si sta rinforzando. Ma non sempre gli istituti finanziari sono nelle condizioni di mettere in atto le loro intenzioni perchè le leggi dei mercati non sono sempre gestibili, e spesso squilibri internazionali o talvolta periodi di tensione finanziaria, costringono le banche ad adeguarsi alle situazioni di fatto createsi.

In un precedente articolo abbiamo parlato del fatto, peraltro non noto a molti, che le banche si prestano denaro a vicenda, ma, nella realtà, non sempre ciò può avvenire, nonostante l’esistenza di un prezzo di riferimento ed un mercato. Questo può influenzare, temporaneamente, il prezzo del denaro. Oggi diventa sempre più difficile per le banche prestarsi il denaro tra di loro per il timore di non sapere cosa nascondono i propri bilanci e quelli degli stati. L’Euribor subisce questa tensione propendendo a non diminuire.