Wednesday - Oct 18, 2017
Home » Notizie Economiche » Analisi Tecnica » Iniziare il trading di opzioni binarie: la scelta del broker

Iniziare il trading di opzioni binarie: la scelta del broker


guadagnare-con-le-opzioni-binarie

Via via che il trading online di opzioni binarie diventa una moda, sempre più persone decidono di cominciare a operare. Purtroppo non sempre queste persone sanno bene quello che stano facendo. Senza considerare i casi estremi di coloro che pensano che le opzioni binarie siano una specie di gioco o scommessa, capita spesso che chi comincia a fare trading con le opzioni binarie non abbia chiare le idee. Questo può portare a delle perdite di opportunità di guadagno o persino a delle perdite vere e proprie sul capitale. Il punto cruciale, la questione che spesso fa la differenza tra perdere e guadagnare soldi, è la scelta del broker. Su questo sito è possibile trovare una accurata selezione dei migliori broker di opzioni binarie. Ma perché è così importante scegliere in maniera accurata il broker per fare trading binario? Cerchiamo di capirlo con questo articolo.

 

Miglior broker opzioni binarie

Per operare sul mercato delle operazioni digitali è necessario aprire un conto su un broker che funge da market maker. In pratica, le opzioni binarie sono dei contratti derivati e il broker è la controparte di tutti i contratti. E’ evidente, per prima cosa, che per avere anche solo la possibilità di guadagnare è necessario che il broker sia onesto. Qual è la migliore garanzia sul fatto che un broker sia onesto? Semplice, il fatto che sia autorizzato e regolamentato dalla CONSOB o da altra autorità di vigilanza europea.

 

Verificare che un broker sia onesto e affidabile è dunque semplice: basta andare sul sito CONSOB e verificare se il broker in questione sia tra quelli autorizzati. Anche se il sito CONSOB non è il massimo dell’usabilità, è un processo che può essere portato a termine in pochi minuti. Ma è sufficiente? Purtroppo no!

 

Il fatto che un broker sia autorizzato CONSOB ci garantisce sicuramente sull’onestà ma nulla ci dice per quanto riguarda la convenienza. Ogni broker offre opzioni binarie con caratteristiche differenti: può variare il rendimento (e questo fa veramente la differenza perché influisce direttamente sui guadagni), possono variare i fattori con cui viene composta l’opzione, ecc…Inoltre ci sono broker che sono molto facili da utilizzare e broker che lo sono molto meno. Tenuto conto che le opzioni binarie sono un prodotto rivolto molto spesso a persone poco esperte, anche questa è una caratteristica molto importante.

 

Infine, ci sono broker che regalano bonus gratis agli iscritti e altri che non lo fanno. E tra quelli che offrono il bonus, può variare di molto anche l’entità del bonus stesso. Quando si comincia a fare trading di opzioni binarie è dunque importante effettuare una selezione del miglior broker in base a queste caratteristiche. Ma come si fa a conoscere le caratteristiche delle varie piattaforme? E’ ancora più facile rispetto alla verifica sul fatto che siano autorizzate o meno. In questo caso, basta consultare le recensioni indipendenti che vengono pubblicate sui migliori siti dedicati alle opzioni binarie.

 

La lettura di queste recensioni è fondamentale per l’individuazione del miglior broker. In effetti, non esiste a priori un broker che è migliore per tutti. Ogni trader ha esigenze particolari che magari vengono soddisfatte meglio da un broker rispetto ad un altro.

 

Per fare un esempio, tutti cerchiamo bonus elevati quando cominciamo a fare trading di opzioni binarie perché il bonus, statisticamente, fa aumentare i profitti. Tuttavia un principiante assoluto potrebbe (o almeno dovrebbe) trovare più conveniente operare con una piattaforma senza bonus ma facilissima da usare e con moltissimi corsi gratuiti su come fare trading. L’esperto, invece, avrebbe convenienza ad ottenere il bonus più elevato possibile e anche dei rendimenti molto alti mentre ha poco interesse a seguire dei corsi.

 

Iniziare a fare trading: il conto demo dei broker di opzioni binarie

 

Una volta scelto il broker è possibile cominciare a fare trading. Nella maggior parte dei casi si comincia a operare con il conto demo, cioè con una simulazione di trading, senza soldi reali. A che serve un conto demo? Di solito può essere utile per verificare il funzionamento del broker o per fare le prime esperienze di trading.

 

Non possiamo pensare però che il conto demo sia una sorta di palestra o di allenamento per il trading vero e proprio. L’esperienza accumulata in modalità demo vale infinitamente di meno rispetto all’esperienza che si può fare operando con soldi reali. Questo succede perché il trading è soprattutto un’esperienza psicologica: la paura di perdere soldi o l’avidità contano molto di più della bravura tecnica. Il bravo trader non è colui che conosce le strategie o le tecniche più raffinate, è colui che è in grado di dominare le proprie emozioni e di usarle per guadagnare soldi. E questo non si impara sicuramente con i conti demo, visto che in questo caso non ci sono emozioni.