Wednesday - May 24, 2017
Home » Teoria di Elliott: principi generali

Teoria di Elliott: principi generali

La teoria risale al 1900.

Secondo Elliott l’universo è regolato da leggi naturali ben definite, il principio di base che regola lo sviluppo di ogni forma di vita e di ogni fenomeno è quello della crescita secondo un ordine prestabilito che Elliott credette rintracciare nella successione matematica di Fibonacci di pisa.

Questa legge della natura che lui classifica con una ciclicità associata al Fibonacci caratterizza tutti gli eventi della terra, dove ad ogni azione corrisponde una reazione in modo costante ed immutabile. Questa è la regola principale vuol dire che ad ogni salita corrisponde una discesa.

Egli considerava la borsa ed i mercati in generale, un fenomeno di tipo puramente psicologico, dove le valutazioni delle aziende quotate non rispecchiavano le reali condizioni patrimoniali od i fattori politici e sociali, ma solo le reazioni che aveva l’uomo al manifestarsi di questi eventi.

Sui mercati la teoria delle onde è applicabile a qualsiasi grafico che abbia caratteristica di liquidità, quindi valute, futures e tutto ciò che è estremamente liquido (mib 30). Quindi lasciate perdere titoli o mercati poco liquidi perché la teoria sarebbe difficilmente applicabile.

Si può applicare nel lungo, nel medio e nel breve ma il time frame nel quale funziona meglio è il grafico intaday a 45 minuti.