Thursday - Jun 22, 2017
Home » Teoria di Elliott: principi generali » Come si calcolano le onde

Come si calcolano le onde

La 1 naturalmente trattandosi di un nuovo ciclo non si può calcolare.

La 2 che è la prima correzione alla 1 di solito rintraccia tra il 38,2% e il 61,8% mai oltre il 100%.

La 3 ha 1 target minimo ottenuto moltiplicando la lunghezza dell’onda 1 per 1,618 ed addizionarla al bottom (top) di onda 2.

La 4 rappresenta una peculiarità della teoria, a volte temporalmente può durare molto, altre molto poco. Di solito, dopo una fase sostenuta della direzionalità, gli operatori tendono a rimanere in attesa della ripresa del trend principale. Comunque di solito, in termini di ampiezza onda 4 misura 23,6% – 38,2% e raramente il 50% della lunghezza di onda 3. Raramente si è arrivati al 61,8%, generando poi incompletezze nella successiva 5. Diciamo che il target naturale di onda 4 misura tra il 23,6% e il 38,2% della 3.

La 5 segna la fine del movimento a 5 onde nel trend principale e può misurare:

  • come onda 1
  • oppure si moltiplica l’ampiezza di onda 1 per 3,236 (2*1,618) e si somma il risultato al minimo o al massimo di onda 1. Da rimarcare il fatto che onda 5 spesso nel mercato italiano estende e possiamo capire se ci sarà un’estensione se i volumi saranno superiori rispetto a quelli registrati nel corso di onda 3, allora sarà lecito attendersi un’estensione della 5.