Wednesday - May 24, 2017
Home » Teoria di Elliott: principi generali » Regole

Regole

Le regole sono davvero poche ed è per questo che cercare di applicare la teoria in modo corretto non è così facile.

  1. Onda 2 non può correggere oltre l’origine di onda 1
  2. Onda 3 non è mai la + corta. Normalmente è la + lunga ma se dovesse essere + lunga la 1, onda 5 non potrà superare la lunghezza di onda 3
  3. Onda 4 non deve mai ritornare nel territorio di prezzo di onda 1

Queste sono le regole e se io sto contando e si verifica una condizione di quelle appena elencate il mio conteggio è errato e da rifare. Il problema della teoria è che noi iniziamo a contare le onde da un certo punto e quello che c’è prima non lo contiamo.

Le sottoonde:

  • all’interno delle onde di impulso 1 – 3 – 5 ci sono sempre movimenti a 5 onde (1 2 3 4 5)
  • all’interno delle onde correttive 2 – 4 ci sono sempre 3 sottoonde (a b c )
  • all’interno di onda A il movimento può essere di 3 o di 5
  • all’interno di onda B ci sono sempre 3 movimenti
  • all’interno di onda C ci sono sempre 5 movimenti

Ci sono dei movimenti irregolari che si formano principalmente in onda 2 e 4 come i triangoli e le configurazioni complesse ABC X ABC. Spiegherò più avanti.